BLOG

Media Kit per blogger: a cosa serve e come crearlo

Media Kit per blogger: cos’è, a cosa serve e come strutturarlo

Nel mondo del blogging il media kit è un elemento tanto importante quanto – spesso – sconosciuto.

Immaginate di dovervi presentare a un possibile investitore o partner lavorativo: al biglietto da visita farete seguire probabilmente della documentazione professionale, per mostrare cosa avete da offrire e i vantaggi del collaborare con voi.

Per un blogger il media kit è proprio questo: uno strumento con cui presentarsi ad aziende e riviste per collaborazioni, advertising o , più in generale, dare una spinta in più alle attività di personal branding.

La sua importanza è innegabile: i blogger italiani sono milioni e, a meno che non siate ormai diventati degli influencer riconosciuti, molto probabilmente l’agenzia di comunicazione o l’azienda a cui vi proponete non avranno assolutamente idea di chi voi siate. Nonostante ciò sono ancora pochissimi i blogger che pubblicano nel proprio sito un media kit strutturato o che lo forniscono quando richiesto.

 

esempio media kit blogger the sweet spot

The Sweet Spot Blog – http://thesweetspotblog.com/

Cosa deve contenere?

Abbiamo diviso in tre categorie i contenuti del media kit: informazioni di base, tecniche e portfolio.

Informazioni di base:

  • Contatti: del blog, dei social e personali
  • Descrizione del blogger: chi siete, come vi siete avvicinati alla blogosfera, ecc
  • Descrizione del blog: quali sono i temi principali? A che nicchia si rivolge? Perché l’avete aperto?

Informazioni tecniche:

  • Traffico: utilizzate i dati di Google Analytics, inserendo gli indicatori più importanti, come visualizzazioni di pagina, visitatori unici (settimanali e mensili), frequenza di rimbalzo e numero medio di pagine visualizzate per lettore.
  • Statistiche social: indicate il numero di follower per singolo social e qualche statistica su ognuno (esempio: engagement rate, reach medio dei post, ecc…)
  • Partnership: date qualche esempio di collaborazioni presenti e passate, indicando anche il genere di attività svolte
  • Servizi offerti: mettete a disposizione uno spazio per un banner? Offrite post sponsorizzati? Siete disposti a muovervi per eventi e blog tour? Indicate ogni possibilità, dando un’idea delle attività correlate e dei costi.
  • Press: qualcuno ha parlato di voi o siete stati intervistati? Fatecelo sapere!

Portfolio:

  • Articoli più letti: cercate di sceglierli recenti, meglio se dell’ultimo anno
  • Post social più condivisi/con maggiore engagement

Come strutturarlo?

Sembra il classico cliché da brief: la grafica dev’essere accattivante. La tendenza degli ultimi anni vuole media kit di design organizzati come un’infografica, nei quali le informazioni principali siano visibili a una prima occhiata. Il linguaggio deve seguire lo stesso stile: chiaro, sintetico e soprattutto preciso. Evitate frasi che possano essere male interpretate o che richiedano un tempo di lettura troppo lungo.

 

Avete bisogno di ispirazione? Ecco qualche esempio interessante dalla rete!

About Valeria

Social Media & Content Manager Nel tempo libero scrivo per Grazia.it e nel mio blog personale, colleziono makeup e fotografo cibo e paesaggi."Music is my comfort zone"

TAGS > , ,

Post a comment